Definizione

Un’auto elettrica, è un veicolo la cui trazione è affidata al solo motore elettrico di cui è equipaggiata oppure a più motori elettrici. Non è dotata di cambio (tranne alcune auto blasonate, come ad esempio Porsche Taycan e Audi e-tron GT, che hanno 2 rapporti), in quanto non è necessario, perché un motore elettrico, che sia sincrono o asincrono (quelli asincroni rappresentano la minoranza perché meno efficienti, ma più economici), ha la caratteristica, di avere il valore della coppia motrice, costante per tutto l’arco di funzionamento (a tutti i regimi quindi). Al posto dell’acceleratore le auto elettriche, hanno un pedale/potenziometro. Al posto di un serbatoio, hanno un pacco di batterie al litio sul pianale, quindi sotto i sedili; dalle batterie, dipende l’autonomia della vettura, che mediamente supera i 350 Km (sottolineo che il valore è medio e ci sono auto che fanno peggio o molto meglio, dipende…). Un’auto elettrica pesa diversi quintali in più rispetto ad un’auto con motore endotermico, ma il piacere di guida, non viene meno, in quanto il maggior peso è compensato da un basso baricentro.

Spaccato auto elettrica

Come si ricarica

Un auto elettrica si può ricaricare sia in corrente alternata monofase/trifase che in corrente continua, fermo restando che le batterie al litio, si ricaricano in corrente continua e che il motore elettrico funziona in corrente alternata. Mi spiego:

  • se ricarico la vettura in corrente alternata monofase, quindi collegandola alla presa nel mio garage oppure sempre in corrente alternata trifase, da una colonnina pubblica o condominiale, il caricabatterie interno della mia auto elettrica, provvederà a convertire la corrente in continua per ricaricare la batteria (come avviene per il nostro smartphone, ne di più ne di meno);
  • se ricarico la vettura, invece, da una colonnina pubblica di tipo rapido o super rapido, in corrente continua, la batteria della mia auto elettrica sarà ricaricata in continua, grazie al caricabatterie, stavolta, non della mia auto elettrica, ma di quello interno alla colonnina pubblica, che provvederà a convertire la corrente della rete, in continua;
  • il motore elettrico, come detto prima, funziona in corrente alternata e quindi un inverter installato nella nostra auto elettrica, provvederà a convertire la tensione continua in alternata.

Per approfondire guardate il video sul mio canale youtube.

Per conoscere quali sono i connettori giusti per la ricarica, leggete l’ articolo che ho preparato per voi.

Auto elettrica in ricarica

Quanto tempo occorre per ricaricare un’auto elettrica

Conoscere il tempo necessario per ricaricare le batterie al litio della nostra auto elettrica, è molto più semplice di quanto si creda.

Facciamo qualche esempio, considerando che la capacità della batteria della nostra auto elettrica, sia pari a 50 Kwh:

  • se ricarico la vettura nel garage, collegandola semplicemente con una spina alla rete domestica di 3 Kw, fermo restando che la potenza media di ricarica sarà di 2,3 Kw, impiegherò per ricaricare 50 Kwh, la bellezza di circa 22 ore (50 Kwh : 2,3 Kw = 21,7 ore);
  • se ricarico da una wallbox installata nel mio garage (assolutamente consigliabile), con una potenza della rete domestica portata a 6 Kw, con una notte, possiamo ricaricare il nostro pacco batterie al litio;
  • se ricarico da una colonnina pubblica o condominiale a corrente alternata trifase, da 22 Kw, per ricaricare 50 Kwh, impiegherò poco più di 2 ore (50 Kwh : 22 Kw = 2,27 ore);
  • se utilizzo invece una colonnina pubblica in corrente continua con la potenza di 150 Kw (ammesso che la vostra auto la supporti, in quanto se ad esempio la nostra vettura accetta al max una ricarica a 80 Kw, potrò comunque collegarla alla colonnina da 150 Kw, ma ricaricherò a 80 Kw), per ricaricare i 50 Kw della batteria dell’auto, impiegherò meno di 20 minuti (50 Kwh : 150 Kw = 0,33 ore ovvero 19,8 minuti).
Tempi di ricarica di un’auto elettrica

Quanto consuma un’auto elettrica

Il consumo medio di un’auto elettrica è di 6 Km/Kwh, quindi per semplicità possiamo dire che mediamente si percorrono 100 Km con 15/20 kwh. Cosiderando che se ricarichiamo da casa, il costo di 1 Kwh, mediamente è di 0,25 euro, per percorrere 100 Km spenderemo circa 4 euro, consumi allineati ad una vettura a metano. Se ricarichiamo da colonnine veloci o super veloci, i prezzi aumentano sensibilmente (anche del triplo!).

Colonnine per la ricarica delle auto elettriche

Vantaggi

Un’auto elettrica, si può acquistare usufruendo degli incentivi statali, con sconti che arrivano ad abbattere il prezzo di listino anche di 10 Mila euro; inoltre si è esentati dal pagamento del bollo per 5 anni e rumors, dicono che dal prossimo anno i pedaggi autostradali si pagheranno in base alla classe di inquinamento EURO con cui l’auto è immatricolata, quindi l’auto elettrica essendo considerata a zero emissioni, non pagherebbe il pedaggio autostradale.

Infine i tagliandi sono meno cari, in quanto non ci sono liquidi, lubrificanti o filtri da sostituire, se non quello dell’abitacolo. I freni si usurano molto meno, in virtù del fatto che le auto elettriche hanno la frenata rigenerativa, indispensabile per ricaricare le batterie in fase di rallentamento e frenata, che aumenta il freno motore; in pratica si usano meno i freni.

Articolo precedenteVuoi lavorare nel mondo delle auto? Automotive Recruitment è quello che fa per te!
Articolo successivoIl vehicle to x

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui