Disastro Ferrari, doppietta Red Bull e rinascita Mercedes; il porpoising si è visto poco! Il Gran Premio di Spagna 2022, si può riassumere cosi. La nota positiva per i tifosi della Rossa è che il pacchetto migliorativo portato in Spagna, tanto atteso, ha funzionato perfettamente.

La gara. Punti salienti

Leclerc parte bene nel Gran Premio di Spagna 2022 e mantiene la prima posizione, anche se Verstappen fa di tutto per superarlo. Sainz parte per l’ennesima volta male e perde 2 posizioni, finendo 5°. Più avanti Sainz è anche autore di un fuoripista. Finirà la gara con la medaglia di legno; 4° posto.

Verstappen ha avuto la vita difficile da un DRS che non sempre funzionava e da un fuoripista simile a quello di Sainz nella stessa curva.Ma comunque è riuscito, grazie al gioco di squadra e a Perez, che si è sacrificato, non ostacolandolo, quando Verstappen gli stava dietro e agevolandogli il sorpasso, ad arrivare primo. Il primo posto di Verstappen gli consegna la leadership, con 6 punti di vantaggioo su Leclerc, il quale ha dominato la gara, fino a quando un problema tecnico (presumibilmente la rottura del Turbo) lo ha costretto al ritiro.

Rinascita Mercedes

Russell è stato sempre in lizza per il podio ed infatti ha chiuso la gara in terza posizione dietro alle Red Bull di Verstappen e Perez. Hamilton dopo una partenza infelice, si scontra con Magnussen e rimedia una foratura che lo costringe a rientrare ai box. Nonostante questo episodio riesce ad agguantare la quarta posizione. Arriverà però 5° a causa di problemi di surriscaldamento del motore che lo cosringono ad alzare il piede destro a vantaggio della Ferrari Sainz.

Conclusioni

Dal punto di vista del punteggio, la Red Bull fa bottino pieno (il giro veloce se lo aggiudica Perez), la Mercedes dimostra di essere tornata competitiva e di poter fare da ago della bilancia in questo mondiale, che per il momento è affare a due: Leclerc e Verstappen, ma il mondiale è ancora lungo.

La Ferrari purtroppo perde la leadership, nonostante il 4° posto d i Sainz, ma il bicchiere è mezzo pieno. Senza il problema tecnico, Leclerc avrebbe vinto a mani basse e Sainz senza gli errori avrebbe completato l’opera di Leclerc con un sicuro 2° posto. Le modifiche portate in Spagna hanno funzionato e colmato il gap delle ultime gare con la Red Bull. Ma la storia non si fà con i se e con i ma…

Articolo precedenteTrazione anteriore o posteriore
Articolo successivoJody Brugola contro l’auto elettrica
Sono Emidio Paci e vivo tra le Marche e l’Abruzzo, da sempre sono appassionato di motori e da sempre seguo il mondo automotive, di cui posso dire di essere esperto. Sono un istruttore di guida sicura, la forma mentis che mi deriva dalla frequentazione dei corsi per diventare istruttore, mi permette di poter recensire un'auto, partendo proprio dalla dinamica di guida. Ho frequentato il corso per collaudatore di auto, presso la Driving Experience Academy di Loris Bicocchi e Davide Cironi proprio per affinare le mie conoscenze e per migliorarmi. Ho un attestato di e-mobility. Nel mio sito personale: www.tuttoautomotive.it metto a disposizione del lettore, tutta l’esperienza che ho acquisito negli anni, per offrire un viaggio completo nel mondo delle auto, attraverso un linguaggio semplice, chiaro e adatto a tutti, ma di qualità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui