Ho avuto il piacere di intervistare Stefania Giacomel, dipendente della carrozzeria BIEMME di Pordenone, con la mansione di preparatore, verniciatore e finitore, che ha unito le sue competenze informatiche alla passione per le auto, tant’è che oltre ad amministrare la pagina fb “Carrozzieri Verniciatori d’Italia”, ha ideato un App rivoluzionaria: EPOCAR.

Il nome EPOCAR, nasce dalla passione di Stefania Giacomel, nel ridare vita alle vecchie auto, riportandole allo splendore passato. 

Al centro, Stefania Giacomel a lavoro!

EPOCAR a fianco dei carrozzieri

L’App EPOCAR, nasce dall’esigenza del mercato del lavoro, di trovare figure professionali o comunque da formare, che possano dare un contributo alle carrozzerie di tutta Italia.

L’applicazione, sia per Android che per Apple, al costo simbolico di 20 euro all’anno, si propone di essere un motore di ricerca, in cui la domanda e l’offerta di lavoro, si incontrano in un ambiente digitale, creato ad hoc dall’ideatrice.

App EPOCAR! Da apprezzare il logo, che rappresenta la pistola del verniciatore vista dall’ugello…

EPOCAR, l’App che racchiude un mondo

L’App EPOCAR è completa e permette a tutti gli attori del mondo delle carrozzerie (dalle ditte ai dipendenti, prestatori di manodopera, servizi per carrozzerie e privati), di creare un profilo vero e proprio, con foto, competenze e quant’altro sia utile alla presentazione dell’utente, che decide di usare l’App.

Così facendo, anche l’indotto può beneficiare di EPOCAR! Si, perché le aziende del settore, quali ricambisti, fornitori di attrezzature, tintometri ecc. ecc. può ritagliarsi uno spazio all’interno dell’App, creando una vera e propria community del mondo dei carrozzieri, a beneficio dello svolgimento delle attività lavorative, di chi già è parte integrante del settore, che potrà trovare la soluzione a tutte le necessità. Complimenti a Stefania Giacomel, dallo staff di Tutto Automotive.

Voi che aspettate? Scaricate l’App qui!

Articolo precedenteCon le rinnovabili e la mobilità elettrica, la rete andrà in crisi? Progetto Europeo Platone
Articolo successivoI noBEV!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui