Quattro motori elettrici con una potenza massima di 1,5 Mw, pari a 2.040 cv, accelerazione da 0 a 320 Km/h in meno di 10 secondi, pacco batterie ibrido (il primo al mondo), che combina ultra-condensatori con le celle a stato solido agli ioni di litio di ABEE, da 100 Kwh, autonomia prevista nel ciclo WLTP di 520 Km, peso del pacco batterie inferiore a 300 Kg e peso totale a vuoto della vettura di soli 1.500 Kg.

Questi non sono i dati di una vettura che viene da Marte, ma sono i dati della Estrema Fulminea. Si chiama così, la straordinaria Hypercar full electric voluta dall’ “imprenditore delle auto elettriche” Gianfranco Pizzuto, che sarà prodotta in soli 61 esemplari e commercializzata dalla seconda metà del 2023, mettendo così a disposizione dell’ Italia, nella fattispecie Modena, il suo genio. La casa automobilistica Estrema, nasce nel 2020, per volere dell’ imprenditore italiano, che si avvale tra l’ altro di una joint venture, con le blasonate ABEE e IMECAR ELEKTRONIK specialisti in batterie superperformanti.

Estrema Fulminea

Batterie allo stato solido, cosa sono e quali sono i vantaggi?

Una batteria allo stato solido, si differenzia da un accumulatore agli ioni di litio o ai polimeri di litio, in quanto utilizza non solo elettrodi solidi, ma anche un elettrolita allo stato solido. L’ accumulatore convenzionale invece, come potete vedere dall’ immagine sotto, usa elettroliti in gel liquido o polimerico.

Differenza tra batterie convenzionali e batterie allo stato solido

Quali sono i vantaggi di una batteria allo stato solido?

  1. Il peso contenuto, pensiamo che una batteria allo stato solido, ha una densità di energia, molto superiore ad una batteria convenzionale agli ioni di litio, infatti, la batteria che darà energia ai motori elettrici della Estrema Fulminea, sono accreditate di una densità di energia, pari a 0,45 Kwh/Kg, contro circa 0,15 Kwh/Kg delle batterie convenzionali. Questa differenza che è pari al triplo, si traduce con un minor peso delle batterie allo stato solido, che ricordo nella fattispecie della vettura Estrema Fulminea, è di soli 300 Kg, per una capacità di 100 Kwh. Una batteria al litio convenzionale, sarebbe pesata il triplo.
  2. Sicurezza. Si può evitare l’uso di materiali pericolosi o tossici presenti nelle batterie commerciali, come elettroliti organici. Poiché la maggior parte degli elettroliti liquidi sono infiammabili e gli elettroliti solidi non sono infiammabili, si ritiene che le batterie allo stato solido siano più sicure. Sono necessari meno sistemi di sicurezza, a fronte di un aumento della densità di energia. Studi recenti mostrano che la generazione di calore all’interno è solo del 20-30% circa rispetto alle batterie convenzionali con elettrolita liquido in fuga termica.
  3. Ricarica più rapida. È possibile avere una maggiore differenza di potenziale e una maggiore durata del ciclo.
Articolo precedenteI segreti dei motori alimentati a Metano
Articolo successivoFabio Barone porta la Ferrari F8 Tributo a Capo Nord!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui