Home TECNICHE DI STERZATA

TECNICHE DI STERZATA

Nel primo capitolo, abbiamo parlato di come ci si siede alla guida di un veicolo, in questo capitolo parleremo invece di come si usa al meglio il volante. Cominciamo da cosa non si deve fare: innanzitutto evitiamo di impugnare il volante con una sola mano e di tenere il gomito sinistro appoggiato sullo sportello, poi non dobbiamo mai girare il volante inserendo la mano rovesciata all’ interno della corona del volante, tutto questo perché quando guidiamo, dobbiamo essere in condizione di fronteggiare le situazioni di emergenza con rapidità ed in tutta sicurezza. Vediamo alcune tecniche di sterzata, ma prima, come tenere le mani sul volante?

Immaginiamo che il volante sia il quadrante di un orologio ed individuiamo le ore 9 e 15; avete capito bene, la mano sinistra impugnerà il volante ad ore 9 e la destra ad ore 3. Questa posizione può essere mantenuta in rettilineo e per affrontare le curve che richiedono una rotazione del volante di 90° al max. Quando dobbiamo girare il volante di più, possiamo utilizzare diverse tecniche di sterzata. Ci sono quelle consigliate dalle scuola guida, che vengono chiamate in gergo, “tecnica del tranviere” e tecnica del “mungere le mucche”. La prima consiste: immaginando di dover girare a destra, la mano sinistra inizia a sterzare a destra, mentre la destra le va incontro verso le 12, a questo punto la destra tira verso destra e la sinistra torna indietro sul volante verso le 8 e così di seguito… questa tecnica è consigliata solo in città a basse velocità, perché non garantisce sensibilità e spesso è come usare una sola mano. Poi c’è la tecnica definita “mungere le mucche”, che immaginando sempre di girare a destra, funziona così: la mano destra tira verso destra e la sinistra scorre andandole incontro ad ore 6 e così di seguito; anche questa tecnica è poco consigliabile, perché richiede molto tempo per terminare la sterzata. Le tecniche più consigliate, sono quella dell’ incrocio e quella con preparazione. La prima la useremo per fare manovra e per affrontare i tornanti o un controsterzo per correggere una sbandata. Vediamo come si effettua: la sinistra inizia la sterzata e la destra si stacca dal volante per andare a prendere il volante dalla parte opposta a ore 10 e così le braccia si trovano incrociate, poi la destra spinge verso destra e la sinistra lascia il volante per andare ad ore 9 e spingere e via di seguito… Ora vediamo una delle tecniche di sterzata con preparazione: sempre curva a destra, la mano destra afferra il volante ad ore 1 circa e inizia a tirare verso destra, mentre la sinistra lascia scorrere il volante, fino a quando non si trova diametralmente opposta alla destra, poi la sinistra torna a stringere il volante ed entrambe le mani continuano la sterzata; quando si raddrizzerà la traiettoria, entrambe provvederanno a raddrizzare lo sterzo e la sinistra quando sarà ad ore 9, lascerà scorrere il volante fino a quando le ruote non saranno dritte e così le mani saranno nuovamente ad ore 9 e 15.
Nel prossimo capitolo parleremo della frenata!