Primo posto per Verstappen e seconda posizione per Perez, insomma doppietta Red Bull al Gran Premio di F1 di Imola 2022. Max Verstappen ha ottenuto il massimo punteggio a disposizione. Ieri, 8 punti, vincendo la gara sprint ed oggi 26 punti grazie al punto addizionale per il giro veloce in gara.

Leclerc 6° e Sainz fuori al primo giro. Il sette volte campione del mondo solo 14° e ancora una volta dietro al bravo compagno di squadra Russell, che conquista la quarta posizione. Ottimo Norris che ottiene il suo sesto podio in carriera, arrivando 3° davanti alla barriera a scacchi.

Leclerc parte male e Sainz viene tamponato

Il GP di F1 di Imola 2022 è partito bagnato e finito asciutto! In partenza Leclerc con la sua Ferrari parte male e perde posizioni, Sainz dopo poche curve viene tamponato da Ricciardo e si pianta nella ghiaia, gara subito finita per lui.

Verstappen perfetto dall’inizio alla fine

Max Verstappen non sbaglia niente e tiene la testa della corsa dall’inizio alla fine senza farsi impensierire nemmeno dal suo compagno di squadra Perez, che disputa un’ottima gara facendo da scudiero a Verstappen. Leclerc dalla terza posizione non riuscirà mai a superare Perez, anche a causa di un pit stop non proprio veloce. Poi l’errore fatale del pilota monegasco, che esagera salendo con troppa cattiveria su un cordolo, perdendo il controllo della vettura e girandosi, urtando lievemente contro le barriere in gomma. Riesce a ripartire senza apparenti danni alla macchina, ma comunque rientra ai box per sostituire per l’ultima volta le gomme e il musetto. Rientrerà indietro, ma ruiscirà a rimontare fino alla sesta posizione per limitare i danni. Rimane leader del mondiale piloti e la Ferrari leader del mondiale costruttori, anche se di pochi punti.

Leclerc contro le barriere

Discutibile la decisione della direzione gara

Nel circuito di Imola i sorpassi non sono facili ed il porpoising come in Australia non è mancato, ma a complicare la situazione ci si è messa una decisione quanto meno discutibile della direzione gara, che ha ritardato troppo ad autorizzare l’uso del DRS, penalizzando di fatto alcuni piloti, come Leclerc ad esempio e lo spettacolo. Ha senso girare tranquillamente con le gomme slick, ma non permettere l’uso del DRS? Non mancheranno le polemiche, anche perché questa decisione, ha favorito il campione del mondo in carica e la Red Bull.